Seleziona una pagina

Conosciuto come patrono di Bari, nato a Myra in Turchia ai tempi dell’imperatore Costantino (324-337), Nicola diventò vescovo e si distinse per il suo impegno e coraggio nella denuncia delle ingiustizie e da santo per i miracoli.

Dal 6 al 10 maggio il nostro Istituto ha ospitato una mostra di disegni realizzati dai bambini di San Pietroburgo, di età compresa fra i 5 e i 17, che hanno interpretato la loro visione di San Nicola in quanto ortodossi.

La signora Mariella Petronelli ha raccontato che cinque anni fa ha avuto la fortuna di conoscere un’insegnante proveniente da Kitezhgrad, che collabora con l’associazione  CIPO (Centro Interculturale Ponte ad Oriente), nella Basilica del nostro patrono.

L’imprinting che la mostra vuole dare è quello che bisogna imparare a leggere i quadri attraverso la cultura. La signora Mariella ha attirato l’attenzione sulla luce, lo sguardo e l’espressività dei quadri.

L’istituto Margherita ha scelto di ospitare questa mostra perché vuole evidenziare un messaggio importante nel periodo di San Nicola: la nostra scuola anche se cattolica tende a riconoscere e rispettare le altre religioni e confessioni.

La mostra è divisa in quattro parti. Nella prima parte troviamo la traslazione delle ossa, che i bambini hanno disegnato in maniera dettagliata, senza tralasciare i particolari e mostrando davvero tanto impegno da parte loro. Nella seconda parte troviamo i miracoli descritti nei minimi dettagli: ogni bambino ha rappresentato il santo come un anziano signore che fa miracoli aiutando le persone, ma tutti avevano uno stile che li rendeva unici. Nella terza parte hanno rappresentato San Nicola secondo il loro immaginario: i disegni erano tutti diversi uno dall’altro, infatti era possibile ammirare le differenze interpretative del Santo al quale sono state fatte variazioni di colore sulla carnagione del viso e sul colore degli occhi. La quarta parte è stata denominata “Difensore della fede” perché in un quadro è stato rappresentato San Nicola che appare con una spada in mano nella città di Mozhai che in quel periodo storico era stata assalita dai Tartari: per esempio, in un quadro si vede San Nicola apparire nel cielo della cittadina.

Esperienza fantastica e interessante!

Giorgia Celano, Edoardo Russo, Nicolaia Valenzano – 2^A