Seleziona una pagina

Cioccolato ad Auschwitz è un libro di Franco Bruno Vitolo, pubblicato nel 2004.

Il romanzo parla di Settimia: è una sopravvissuta ad Auschwitz, che riuscì a fuggire dal campo di concentramento.

Il titolo del libro deriva da un episodio raccontato dalla protagonista che, allontanandosi dal suo blocco, mangiò un ciuffo d’ erba che aveva catturato la sua attenzione: per lei aveva il sapore del cioccolato.

La speranza della protagonista, che trasmette attraverso il racconto della sua esperienza nei campi, è quella di mostrare, attraverso un viaggio nei luoghi interessati, la storia attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta e subita. Il fine di questo viaggio è quello di spingere i ragazzi a non dimenticare gli orrori della storia, così da rendere testimonianza anche dopo la sua scomparsa.

Il libro nasce come una dedica a Settimia e soprattutto un ringraziamento alla sua lotta per la difesa della dignità umana.

Sofia Barbieri, 2^C