Seleziona una pagina

Lettere a Lorenzo

La normalità è una grande fortuna. Recarsi a scuola, fare sport ma soprattutto essere in salute, sono tutte cose che diamo per scontate. Persone come noi tendono a ingigantire i piccoli problemi quotidiani, dimenticando così il dono immenso che hanno nel poter fare tutto quello che fanno.

Altra gente darebbe qualsiasi cosa per poter avere una vita normale come la nostra. E’ il caso di Lorenzo, quattordicenne bolognese costretto dal 2019 a rimanere confinato nelle mura di casa per aver contratto una malattia particolarmente insidiosa e subdola, qual è il cancro osseo, con una possibilità di sopravvivenza molto ridotta.

Da solo nei suoi dolori, pensieri e preoccupazioni, egli si è privato del contatto umano con tutti i suoi amici e non sa più cosa sia questa non scontata normalità. “Lorenzo era un bambino solare, faceva basket, suonava la batteria e aveva i suoi amici”, spiega la mamma Francesca, che lancia un appello: “Scrivetegli lettere, raccontategli com’è il mondo là fuori”.

E’ così che, nelle classi Seconde della scuola media dell’Istituto Margherita, gli alunni, con carta e penna alla mano, hanno iniziato a raccontargli della scuola, della città, del cibo caratteristico, a fargli domande e molto altro ancora, nella speranza che un giorno possa guarire e soprattutto che non percepisca quella sensazione di abbandono che ciascuno di noi, specie in tenera età, non dovrebbe mai provare.

Nei confronti di Lorenzo, come anche tutti gli altri ragazzi che lottano ogni giorno, cercheremo di formare un bellissimo arcobaleno che allontanerà il più possibile la nebbia creatasi attorno alle loro vite, così che esse non debbano più essere tinte di grigio ma piene di colori.

Per scrivere a Lorenzo: Lorenzo Bastelli – Via Berlinguer 71/B – 40024 Castel San Pietro Terme (BO).

F. Porta; illustrazione di F. Pesola – 2^A