Seleziona una pagina

LA GIORNATA MONDIALE DELLA GENTILEZZA

Il 13 novembre è la Giornata Mondiale della Gentilezza. È stata scelta proprio questa come data perché ricorda la giornata di apertura della Conferenza del “Word Kindness Movement” – movimento no profit divenuto una vera e propria organizzazione mondiale – a Tokyo nel 1997, che si è conclusa con la firma della “Dichiarazione della gentilezza”.
“La gentilezza nelle parole crea fiducia, la gentilezza nei pensieri crea profondità, la gentilezza nel dare crea amore” (Lao Tzu). È questo uno dei post che, scrollando Instagram, attira l’attenzione di chi ricerca “Word Kindness Movement”.
Perché dedicare una ricorrenza a questo atteggiamento? Oggi essere gentili è una rivoluzione: spesso accade che la gentilezza venga considerata come una qualità di cui approfittarsi o scambiata per debolezza. In realtà un “grazie”, un sorriso, uno “scusa” e un qualsiasi altro piccolo gesto spontaneo e autentico di gentilezza, possono migliorare davvero la giornata di qualcuno. Tutti ne abbiamo fatto sicuramente esperienza, ma a volte ci dimentichiamo l’importanza di essere gentili. Per questo non solo il 13 novembre, ma tutto l’anno è bene ricordare di essere gentili nei confronti di noi stessi, del prossimo e dell’ambiente.
L’obiettivo di questa ricorrenza è infatti quello di fermarsi a riflettere sull’importanza di guardare oltre noi stessi, oltre le nostre culture, etnie, religioni… Questa giornata serve a renderci conto che siamo cittadini del mondo e che abbiamo spazi e presenze da condividere, luoghi pubblici da curare, degli animali da proteggere, un sistema da conservare e uomini da accogliere e valorizzare.
Solo in questo modo potremo costruire un mondo migliore! L’ “Istituto Margherita” di Bari festeggerà la “Giornata Mondiale della Gentilezza” partecipando ad un originalissimo “progetto gentile”, creato dal professor Gabriele Carofiglio e dalla professoressa Carmela Del Vecchio, e intitolato: “BARI TI AMO”. Venerdì 18 novembre gli studenti delle classi Seconde, scuola secondaria di I grado, scriveranno delle lettere da lasciare in giro per la città, contenenti parole gentili che raccontino la bellezza dei luoghi che ci circondano. Destinatari saranno i cittadini baresi che potranno rispondere alle lettere perché la gentilezza sia contagiosa.
Buon “contagio gentile” a tutti!

M. Boffoli, D. Profeta; illustrazione di E. Divincenzo –  2^C