Seleziona una pagina

Gli alunni delle classi Seconde sono andati a visitare le Grotte di Castellana: è stata un’esperienza molto interessante e abbiamo fatto cose che un visitatore normale non farebbe.

Infatti abbiamo visitato una grotta scoperta da poco, ovvero la Grotta dei Cristalli, una grotta molto piccola e profonda, quindi c’era poco ossigeno e ciò rendeva l’esperienza ancor più avventurosa perché ti sentivi un piccolo esploratore con una minitorcia che ci hanno dato all’entrata.

Questa esplorazione è stata l’ultima perché all’inizio abbiamo visto una grotta bellissima con un’apertura sopra da cui passava la luce: per me è stata la più bella perché le stalattiti e le stalagmiti erano molto più visibili.

La seconda era molto più grande della prima, aveva il tetto tutto di pietra, infatti per vedere la caverna all’interno abbiamo utilizzato le torce. Proprio in questa grotta abbiamo fatto un’esperienza unica nel suo genere, cioè l’esperienza dal “buio alla luce”: si tratta di spegnere tutte le torce che ci hanno dato e di chiudere gli occhi. È stato per alcuni rilassante, per altri ansioso e per altri ancora spaventoso: ovviamente ognuno ha sentito un’emozione diversa.

Lo speleologo che ci ha guidati nelle grotte si chiama Sergio e ci ha lasciato un messaggio molto gratificante: “Voi siete una scuola molto molto diversa, all’avanguardia soprattutto e siete delle bellissime risorse, quindi grazie per la fiducia e per la ricca collaborazione”.

Noi del Margherita ringraziamo lui e il professor Carofiglio per questa bellissima esperienza!

Claudia Mele, 2^C