Seleziona una pagina

Caro cittadino del mondo,

scrivo questa lettera a te, ovunque tu viva, in qualunque nazione tu ti trovi, per condividere un tema che in questo periodo mi sta molto a cuore e sul quale, nella mia scuola, ci stiamo confrontando molto: la nostra Terra e il suo stato di salute.

Il nostro pianeta è stato purtroppo danneggiato dalle attività dell’uomo che spesso ha maltrattato e sfruttato la natura senza pensare alle conseguenze. A volte, soprattutto noi più piccoli, possiamo pensare che questo sia un problema molto lontano da noi, che non ci riguardi e che non possa in alcun modo coinvolgerci.

In realtà ci sono tante azioni che tutti, grandi e piccoli, nel quotidiano, possiamo svolgere per rispettare l’ambiente e la Terra e per aiutarla a star bene. Non dobbiamo pensare a chissà quali grandi gesti, ma piccole attenzioni quotidiane da parte di ciascuno, in modo tale che ognuno di noi diventi quella piccola goccia che scava nella roccia sino a modificarla totalmente.

Pensiamo ad esempio alla raccolta differenziata che permette di riciclare materiali al fine di impedire un ulteriore ed eccessivo sfruttamento delle risorse naturali.

Anche il semplice non abbandonare i rifiuti per strada o nei boschi è un piccolo contributo che ciascuno di noi può dare per il benessere della natura.

Noi ragazzi dell’Istituto Margherita di Bari abbiamo partecipato ad una iniziativa promossa da “Plastic Free” che ci ha visti impegnati, tra le altre attività, anche nella raccolta di rifiuti abbandonati nella Foresta di Cassano. Muniti delle nostre divertentissime pinze e di guanti, ci siamo trasformati per un giorno in piccoli difensori dell’ambiente raccogliendo tanti e diversi rifiuti sparsi tra gli alberi e le piante. A volte è difficile pensare e credere come l’uomo possa abbandonare rifiuti senza preoccuparsi del benessere dei posti in cui vive. Noi purtroppo abbiamo potuto toccare con mano questa triste realtà e abbiamo cercato, nel nostro piccolo, di fare qualcosa.

Ma l’impegno deve essere di tutti e circoscritto non solo ad un momento ma deve diventare un modo di vivere di ciascuno. Alla fine non ci viene richiesto nessun impegno particolare, nessuna attività faticosa da svolgere ma solo una piccola attenzione in quello che facciamo che però può diventare un grande bene per noi, per la nostra natura e per tutti quelli che abitano e abiteranno la nostra terra.

La natura è meravigliosa, è colorata, ci mette di buon umore, ci vuol bene e quindi dobbiamo fare di tutto per tutelarla.

Impegniamoci tutti insieme, tu ed io, grandi e piccoli, a fare di tutto perché il nostro pianeta stia bene… cosicché anche noi staremo sicuramente meglio.

Un grande grazie.

                                                                                              Melania Puggioni, 1^A